PENTAMUSICALIA

Posted on 17/02/2011 by cecca in 2009, Notizie

Questo progetto presentato al Comune di Roma per il Bando “Avviso pubblico per il reperimento di Rassegne e Festival di Spettacolo dal Vivo” 2009-2010, cui abbiamo partecipato, ci ha visti totalizzare 53 punti. Saranno sovvenzionati solo i progetti dai 70 punti in su.

potete trovare qui il dettaglio dei “vincitori”

anche per verificare come saranno realizzate le porposte approvat.

questa di seguito è sata la nostra proposta.

PENTAMUSICALIA

Programma dettagliato della manifestazione

2 ottobre 2009 – 4 luglio 2010

Sala Planet Village S.M.I.A.B.

Chiesa dei SS Bonifacio e Alessio all’Aventino

Roma

PRIMA PARTE

Percorso 1: “musica classica e minimalista”

Venerdì 2 ottobre 2009 ore 21

Sala Planet Village S.M.I.A.B.

A cura di Cesare del Prato

L’arte dell’improvvisazione strumentale nel 1600

Musiche di Vivaldi e Bach

Pianisti: Luca Bernardini, Cesare del Prato

Violinista: Antonio Cordici

Percorso 2: “musica popolare”

Venerdì 9 ottobre 2009 ore 21

Sala Planet Village S.M.I.A.B.

A cura di Vincenzo de Filippo

Un viaggio attraverso le musiche del latino-america.

Concerto ed esibizione di canzoni e musiche popolari del Sud America.

Esecutori: gruppo musicale “Noche de Tango y Bolero” (José, Carlos,  Morgana ed Eduardo Moyano)

Percorso 3: “la tradizione operistica”

Venerdì 16 ottobre 2009 ore 21

Sala Planet Village S.M.I.A.B.

A cura di Federico Benetti

Evoluzione del melodramma per grandi tappe

Monteverdi, Mozart, Gluck, l’opera italiana del 700, Rossini, Bellini, Donizetti, Verdi

Interventi di: Carlo Desideri

Soprano: Rossella Cerioni Tenore: Marco Frusoni

Percorso 4 “il jazz”

Venerdì 23 ottobre 2009 ore 21

Sala Planet Village S.M.I.A.B.

A cura di Jacopo Barbato

Elisabetta Antonini

“UN MINUTO DOPO”

Elisabetta Antonini – voce, composizioni e arrangiamenti

Alessandro Gwis – pianoforte ed elettronica
Gabriele Coen – clarinetto e sax soprano

“Un Minuto Dopo” nasce da un’ idea di Elisabetta Antonini ispirata da una composizione di Enrico Rava, motivo propulsore di un intento volto a tradurre in musica l’imprevedibile, lo spirito di libertà, l’innocenza, lo stupore, quegli angoli segreti, quei luoghi interiori in cui il tempo si ferma, la realta’ si dissolve nel sogno, la fantasia e la memoria muovono e danno forma a tutte le cose.

Il progetto così pensato coinvolge oltre alla compositrice-cantante Elisabetta Antonini, di provenienza più strettamente jazzistica, il pianista Alessandro Gwis e il clarinettista-sassofonista Gabriele Coen, due musicisti appartenenti a importanti realtà musicali come gli Aires Tango e i Kletzroym note al grande pubblico per la rivisitazione della musica popolare e la sua contaminazione con il formulario jazzistico.

La miscela alchemica dei tre elementi acustici si arricchisce del lirismo del grande oboista e sopranista degli Oregon Paul McCandless, prezioso ospite nel loro primo lavoro discografico in prossima uscita per l’etichetta DODICILUNE, registrato nello studio Art&Studio Recording di Udine e presentato nelle note di copertina da Maria Pia De Vito.

“Un Minuto Dopo” presenta composizioni e arrangiamenti di Elisabetta Antonini che esplorano ed evocano ambientazioni dall’atmosfera a volte rarefatta e malinconica, a volte ironica e spensierata, in cui echeggiano tanghi, ritmiche popolari, tradizione europea, musica colta ed antica, in una sorta di impressionismo sonoro.

La voce canta sia melodie che parole, per la maggior parte in italiano e firmate dalla poetica penna di Marina Tiezzi che trasforma in canzoni alcuni brani di Enrico Rava oltre ad arricchire le melodie originali.

Nel piccolo ensemble non v’e’ strumento che prevale ma le parti si cercano e si inseguono in giochi ritmici e intrecci melodici, la parola oltrepassa la sua efficacia letteraria e si fa musica e la musica supera l’espressività delle parole, con un risultato ricco di suggestione.

Percorso 5: “le relazioni pericolose tra musica e cinema”

Venerdì 30 ottobre 2009 ore 21

Sala Planet Village S.M.I.A.B.

A cura di Roberto Longo, Luigia Campagna, Cesare del Prato

Cenni sugli albori della storia della cinematografia

e degli inizi della musica per film

Composizione e montaggio

Cenni di storia della musica tra l’800 e il 900

Rapporto musica ed immagine (prima parte)

Il leitmotiv e la macroforma della musica cinematografica

Eric Satie, Camille Saint-Seans, Dimitri Shostakovic Sergej Prokovieff, Max Steiner, John Williams, Richard Wagner, Gustav Mahler, Sergej Rachmaninoff, Reneè Claire, Sergej Eisenstein,Merian C. CooperErnest B. Schoedsack, George Lucas, Woody Allen, Scott Hicks, Luchino Visconti.

Pianista: Cesare del Prato

SECONDA PARTE

Percorso 1: “musica classica e minimalista”

Venerdì 6 novembre 2009 ore 21

Sala Planet Village S.M.I.A.B.

A cura di Cesare del Prato

Cadenze senza cadere – ovvero improvvisare nei concerti con orchestra

Musiche di Mozart e Beethoven

Pianisti: Luca Monti, Cesare del Prato

Percorso 2: “musica popolare”

Venerdì 13 novembre 2009 ore 21

Sala Planet Village S.M.I.A.B.

A cura di Vincenzo de Filippo

Concerto di Musica Popolare del Sud Italia

Esecutori: gruppo musicale “Lanbacù”

Percorso 3: “la tradizione operistica”

Venerdì 20 novembre 2009 ore 21

Sala Planet Village S.M.I.A.B.

A cura di Federico Benetti

Dai pezzi chiusi, cioè aria cabaletta, romanza, duetto d’ amore, concertati, alla melodia continua di Wagner, ultimo Verdi e Puccini, utilizzando come filo rosso il rapporto tra parole ( nel senso teatrale del termine) e musica nel corso della storia del melodramma.

Interviene Barbara Lazotti

Esecutori: Eleonora Camiciotti Federico Benetti

Percorso 4 “il jazz”

Venerdì 27 novembre 2009 ore 21

Sala Planet Village S.M.I.A.B.

A cura di Jacopo Barbato

Enrico Bracco  Quintet

“Tjololo”

Daniele Tittarelli – sax

Enrico Bracco – chitarra

Pietro Lussu – pianoforte

Stefano Nunzi – contrabbasso

Andrea Nunzi – batteria

Il progetto di Enrico Bracco si condensa perfettamente nel suo ultimo Lavoro discografico uscito nel 2007

Un jazz, fresco, “suonato”, riassunto in un cd: ecco Tjololo (YVP Music). …messi in bacheca riconoscimenti importanti come l’Eddie Lang e il Barga jazz, Enrico Bracco prova a lasciare il segno anche come compositore con questo lavoro che trae ispirazione da varie correnti stilistiche che vanno dal clima jazzistico della New York giovane alla grande tradizione, con particolari riferimenti alle atmosfere “cool” di Tristano e alla complessità armonica di John Coltrane.

Musica senza sbavature, precisa e moderna, che si fa apprezzare per la sua freschezza e non fa mai generare il sospetto che si stia ascoltando qualcosa di stantio o di riconducibile ad atmosfere già esplorate da altri ” P. Quarta (Prove Aperte)

IL chitarrista romano, si dimostra compositore e arrangiatore mai banale, che si muove agilmente fra temi di stampo contemporaneo e altri più marcatamente bop, il leader si dimostra peraltro raffinato arrangiatore, attento ad una costruzione di rigoroso equilibrio e freschezza comunicativa. La produzione tedesca del CD costituisce, poi, un’ulteriore testimonianza del largo credito di cui gode il nostro jazz in Europa.

Percorso 5: “le relazioni pericolose tra musica e cinema”

Venerdì 4 dicembre 2009 ore 21

Sala Planet Village S.M.I.A.B.

A cura di Roberto Longo, Luigia Campagna, Cesare del Prato

Introduzione e analisi concetti trattati argomento musica

Nymann e purcell e il seicento inglese

Haendel sarabanda

Haimat

Vivaldi

Schindler’s

Il vangelo secondo Matteo J.S. Bach

Pianista: Daniele Adornetto

TERZA PARTE

Percorso 1: “musica classica e minimalista”

Venerdì 11 dicembre 2009 ore 21

Sala Planet Village S.M.I.A.B.

A cura di Cesare del Prato

DurchKomponiert – Zal la nota azzurra

Musiche di Chopin Brahms Schumann

Esecutori: Trio Nahars, Irene Franceschini, Elio Maestosi, Cesare del Prato

Percorso 2: “musica popolare”

Venerdì 18 dicembre 2009 ore 21

Sala Planet Village S.M.I.A.B.

A cura di Vincenzo de Filippo

Convegno e concerto dimostrativo sulle relazioni tra la musica “Araba classica” e la musica sicula. Cantillazione Coranica e Musica Sicula.

Intervengono il prof. Akeel Al Mardi (docente di letteratura araba), il prof. Massimo Palermo (preside della facoltà di mediazioni culturali).

Percorso 3: “la tradizione operistica”

Venerdì 8 gennaio 2010 ore 21

Sala Planet Village S.M.I.A.B.

A cura di Federico Benetti

I personaggi più famosi e noti della storia dell’opera, con analisi di libretti e musiche, ed esempi dal vivo.

Interviene Walter Alberti

Esecutori: Isabella Amati (mezzosoprano), Park So Yeon (soprano lirico), Giorgio Carli ( basso baritono buffo )

Percorso 4 “il jazz”

Venerdì 15 gennaio 2010 ore 21

Sala Planet Village S.M.I.A.B.

A cura di Jacopo Barbato

Bloom

“Tre Sogni”

Jacopo Barbato – Chitarra

Andrea romanazzo – Contrabasso e Basso Elettrico

Emiliano Pari – pianoforte

Alessandro Tomei – Sassofoni

Marco Rovinelli – Batteria

Bloom è il risultato degli sforzi che il chitarrista Jacopo Barbato e il contrabbassista Andrea Romanazzo hanno dovuto sostenere per arrivare a questo loro “Manifesto Musicale”. Una concezione molto personale del Jazz, frutto della confluenza di generi diversi, che i due musicisti hanno cercato di stigmatizzare in un unico prodotto, strumentale. La quadratura del suono, dopo molti tentativi, si è assestata sulla formula del quintetto: questa, infatti, offre molte soluzioni arrangiative, e soddisfa la “esigenza di orchestralità” spesso invocata da Barbato. Il tutto – ovviamente e jazzisticamente – nel pieno rispetto degli spazi improvvisativi.

Nel 2007 per L’etichetta Alfamusic è uscito  “Tre Sogni” il primo Lavoro del quintetto

Sono 8 tracce, di cui 7 pezzi originali e una cover di Lucio Battisti. Tutti i pezzi sono stati composti da Jacopo Barbato e Andrea Romanazzo, eccezion fatta per Cygnus, scritto da Barbato e Luca Bernardini.

Percorso 5: “le relazioni pericolose tra musica e cinema”

Venerdì 22 gennaio 2010 ore 21

Sala Planet Village S.M.I.A.B.

A cura di Roberto Longo, Luigia Campagna, Cesare del Prato

Stanley Kubrick e il suo rapporto con la musica

Tre film, tre colori, tre ambienti musicali, e…

…un’esperimento

Ligeti e la micropolifonia

Beethoven  Schubert e Chopin

opere di: Kubrick, Badham, Serrau, Duke, Beethoven, Schubert, Chopin, Ligeti

Pianista: Luca Bernardini

QUARTA PARTE

Percorso 1: “musica classica e minimalista”

Venerdì 29 gennaio 2010 ore 21

Sala Planet Village S.M.I.A.B.

A cura di Cesare del Prato

Friedrik Gulda: il musicista di confine. Storia del minimalismo pianistico e della musica totale

Musiche di Gulda

Pianisti: Alessandro Forlini, Cesare del Prato

Percorso 2: “musica popolare”

Venerdì 5 febbraio 2010 ore 21

Sala Planet Village S.M.I.A.B.

A cura di Vincenzo de Filippo

Concerto spettacolo sulle diverse epoche del tango dalla Guardia Vieja al Tango Viejo.

Intervengono gruppi tradizionali e musicisti di tango argentino.

Percorso 3: “la tradizione operistica”

Venerdì 12 febbraio 2010 ore 21

Sala Planet Village S.M.I.A.B.

A cura di Federico Benetti

Il recitativo, la trama, l’improvvisazione nell’opera

Interviene Ida Iannuzzi

Esecutori: Federico Benetti, Rossella Cerioni

Percorso 4 “il jazz”

Venerdì 19 febbraio 2010 ore 21

Sala Planet Village S.M.I.A.B.

A cura di Jacopo Barbato

Silvia manco

“Big city is for me”

Silvia manco – Piano e voce

Sandro Deidda – sassofoni e flauto

Francesco Puglisi -contrabasso

Roberto Pistolesi – batteria

Pianista, cantante, compositrice, arrangiatrice; salentina d’origine ma romana d’adozione: la sua musica, che ha nel jazz e nella bossa nova la sua matrice più profonda, è caratterizzata dal pianismo ben radicato nella tradizione del jazz con guizzi di modernità e dalla vocalità calma e suadente.
Le composizioni originali virano armonicamente sul moderno e si distinguono per il respiro melodico e il vivace dialogo ritmico tra il piano, la voce e gli altri strumenti.
La forma-canzone è senza dubbio quella che le è più consona sia come interprete che come compositrice.
Il trio che porta il suo nome vince il concorso “Porsche Live” e un suo brano viene inserito nella compilation allegata al n. 5/2006 della rivista Musica Jazz. La formazione “Atlante sonoro” guidata da Gabriele Coen incide una sua composizione dal titolo “Laris” nell’album Duende edito dalla CNI. Il brano “‘Ntartej” vince il concorso di composizione jazz “Note di donna” 2009 nell’ambito del Piacenza Jazz Festival.
Nell’album d’esordio “Big city is for me” compaiono 5 brani originali che portano per intero la sua firma in quanto autrice delle musiche e dei testi, in inglese e in italiano, e 5 brani tratti da repertori diversi, interamente riarrangiati da lei stessa.
Questo lavoro discografico, che esce nel gennaio 2007 per l’etichetta Micca Club Records, rievoca sonorità sixties, dalla bossa nova al beat.

Percorso 5: “le relazioni pericolose tra musica e cinema”

Venerdì 26 febbraio 2010 ore 21

Sala Planet Village S.M.I.A.B.

A cura di Roberto Longo, Luigia Campagna, Cesare del Prato

Moderni musicisti di musica da film

Cenni sul periodo storico musicale moderno e contemporaneo

B. Herrmann: Psyco, Taxi Driver

M. Jarre: Lorence d’Arabia, Dottor Zivago

E. Morricone: Mission, Giù la testa

R. Sakamoto: L’ultimo Imperatore

La dodecafonia, questa sconosciuta…

Opere di:

Hitchcock, Scorsese, Lean, Joffè, Leone, Bertolucci,

Beethoven, Jarret,  Schoemberg,….

Pianista:  Cesare del Prato

QUINTA TORNATA

Percorso 1: “musica classica e minimalista”

Venerdì 5 marzo 2010 ore 21

Sala Planet Village S.M.I.A.B.

A cura di Cesare del Prato

Ciò che avviene proprio ora

Autori contemporanei

Interviene Franco Antonio Mirenzi

Pianisti:, Vincenzo De Filippo, Cesare del Prato, Luca Bernardini, Luca Monti, Luca Bellanova.

Percorso 2: “musica popolare”

Venerdì 12 marzo 2010 ore 21

Sala Planet Village S.M.I.A.B.

A cura di Vincenzo de Filippo

TANGO CLANDESTINO – spettacolo di danza, poesia, recitazione e musica di Musica Etnica.

Percorso 3: “la tradizione operistica”

Venerdì 19 marzo 2010 ore 21

Sala Planet Village S.M.I.A.B.

A cura di Federico Benetti

Incontro dedicato ad un’opera del grande repertorio di tradizione che sarà in scena presso il Teatro dell’Opera di Roma nella stagione 2010.

Interviene Carlo Desideri

Esecutori: Federico Benetti Rossella Cerioni

Percorso 4 “il jazz”

Venerdì 26 marzo 2010 ore 21

Sala Planet Village S.M.I.A.B.

A cura di Jacopo Barbato

Ensemble no Banheiro

“Vocé e eu”

Virginia Fabbri – voce

Jacopo Barbato – chitarra classica

Andrea Romanazzo – basso

Emanuele Smimmo – batteria

Paolo Zaccardini – percussioni

La band dal nome singolare, evoluzione ed ampliamento del precedente ”Trio no Banheiro”, tradotto letteralmente significa “Ensemble nel bagno”, propone un progetto nato dalla passione per la musica popolare brasiliana, in particolare quella di Antonio Carlos Jobim, Chico buarque, Ary Barroso ed Ivan Lins. Nel repertorio vengono proposti arrangiamenti in chiave strumentale e cantata di alcuni dei brani più significativi che hanno contribuito a fare di questo filone una componente importante del jazz mondiale. Il samba è la chiave di lettura di ogni brano, Il brasile come espressione chiara di una cultura che nasce per strada con le “batucada”, e che è capace di ramificarsi in ogni aspetto della musica internazionale, da quella più colta a quella popolare. E’ in preparazione il loro primo lavoro discografico.

Percorso 5: “le relazioni pericolose tra musica e cinema”

Venerdì 9 aprile 2010 ore 21

Sala Planet Village S.M.I.A.B.

A cura di Roberto Longo, Luigia Campagna, Cesare del Prato

La musica nei prodotti audiovisivi contemporanei

Esecutori: Luca Bellanova, Luca Bernardini, Giulio del Prato

Venerdì 4 giugno 2010 ore 21

Sagrato della Chiesa dei SS Bonifacio e Alessio all’Aventino

“Vivaldi il Prete Rosso”

A. Vivaldi Magnificat in sol min

A. Vivaldi Gloria in re magg.

Coro da Camera Marco Taschler

Orchestra d’archi Marco Taschler

Solisti: Rossella Cerioni, Isabella Amati, Marco Fusoni

Direttore Cesare del Prato

Venerdì 11 giugno 2010 ore 21

Sagrato della Chiesa dei SS Bonifacio e Alessio all’Aventino

Tango!

Voci recitanti: Julio Solinas Maria Grazia Adamo

gruppo musicale “Noche de Tango y Bolero” (José, Carlos, Morgana ed Eduardo Moyano)

Venerdì 18 giugno 2010 ore 21

Sagrato della Chiesa dei SS Bonifacio e Alessio all’Aventino

W.A.Mozart Ouverture da Le nozze di Figaro

J. Brahms Variazioni Brahms Haendel

S. Rachmaninoff Concerto n.2 per pianoforte e orchestra

Orchestra Sinfonica Gesellschaft der Musikfreunde di Vienna

Pianista: Luca Monti

Direttore: Robert Zelzer

Venerdì 25 giugno 2010 ore 21

Sagrato della Chiesa dei SS Bonifacio e Alessio all’Aventino

Bloom

“Tre Sogni”

Jacopo Barbato – Chitarra

Andrea romanazzo – Contrabasso e Basso Elettrico

Emiliano Pari – pianoforte

Alessandro Tomei – Sassofoni

Marco Rovinelli – Batteria

Domenica 4 luglio 2010 ore 21

Sagrato della Chiesa dei SS Bonifacio e Alessio all’Aventino

Kumbaya – Percorsi di musica e ritmo alla ricerca dell’uomo

uno spettacolo di

Cesare del Prato

Federico Benetti

Sergio Cuvato

Produzione e allestimento ACMT

Coro Gospel Taschler Voices

Il Gospel: Federico Benetti voce solista

La Libertà: Alessya Piermarini voce solista

Voce Recitante: Eduardo De Girolami

Danzatore: Davide Cirillo

Pianoforte: Alessandro Forlini

Percussioni: Hagi Mishra

Basso:  Paride Furzi

Flicorno e Voce: Vincenzo De Filippo

Musiche gospel e standard arrangiamenti ACMT

Luci scene e elaborazioni immagini Sergio Cuvato

Direttore: Cesare del Prato

Lascia un Commento

  • ACMT su Twitter

    @ACMarcoTaschler on Twitter
  • Video su YouTube.